Agropoli, violenza sessuale in clinica: in manette un dipendente della struttura

Un uomo di 57 anni di Agropoli è stato arrestato dai Carabinieri della locale compagnia diretti dal capitano Francesco Manna in quanto colpevole di violenza sessuale ai danni di una donna di nazionalità straniera residente a Castellabate.

Costui era impiegato presso una clinica sanitaria privata agropolese e – stando alle ricostruzioni delle autorità competenti – avrebbe costretto la donna in questione a subire rapporti sessuali all’interno del bagno della camera del reparto di degenza in cui si trovava ricoverata per lo svolgimento di alcuni esami diagnostici.

Le indagini

Al fine di ricostruire le dinamiche di quanto accaduto, fondamentali si sono rivelate le testimonianze da parte di alcune persone informate sui fatti nonché l’acquisizione della documentazione sanitaria fornita dalla vittima della violenza. 

Il fatto sarebbe avvenuto nei primi giorni dello scorso luglio allorché  la donna, L. T., di origini rumene si trovava presso la struttura per sottoporsi ad esami diagnostici. Dopo aver effettuato alcuni accertamenti, si era ritirata in camera e, proprio in quel frangente, il dipendente l’avrebbe seguita con un pretesto per poi condurla in bagno con la forza e riuscire nell’intento di violentarla.

Non pago di quanto compiuto, l’uomo sarebbe ritornato in camera della donna dopo alcune ore con il medesimo proposito senza tuttavia riuscire nel suo intento ma costringendo la malcapitata a praticare comunque un atto di masturbazione.

La rivelazione della donna

Lasciata la clinica anzitempo rispetto a quanto programmato in fase di ricovero, la donna si è recata nei giorni immediatamente successivi presso il centro ospedaliero di Agropoli e – in questa occasione – ha trovato la forza di raccontare ai medici quanto era stata costretta a subire.

A quel punto, sono stati immediatamente avvertiti i Carabinieri che hanno di riflesso avviato le indagini.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *